Il primo l’ho fatto un anno fa, sulle costole lato destro: testa per aria, piedi per terra. E’ il mio motto, me l’ha insegnato il pucci. Continuare a sognare e a lavorare, sempre mantenendo presente qual è la vita vera. Ho dovuto tenerlo bene a mente durante il mio periodo ad Xfactor. Un altro modo per dirlo è “non smettere di costruire castelli in aria. Preoccupati di dare fondamenta a quei castelli”.

Il secondo tatuaggio è più recente: Hakuna Matata, “senza pensieri”, tatuato alla base dei pensieri cioè dietro la nuca. Ricerco la tranquillità, la pace, non riesco a vivere in conflitto. Voglio vivere tranquilla, senza pensieri. Devo abituarmi a lasciarli andare, a non farne un caso di stato ogni volta che mi succede qualcosa di negativo, anche se piccolo.

Ho già pensato ai prossimi tre (non ditelo al pucci!).

Mi tatuo solo motti o frasi che rappresentino la mia vita. Uno sarà sicuramente “If you’ll never try, you’ll never know”. Se non alzi il culo dal divano e non ci provi, non potrai mai sapere se si realizzerà. Un po’ come quelli che sperano di vincere alla lotteria, ma non comprano il biglietto in tabaccheria… La filosofia è sempre quella del “perchè no?”.

(Domani audizione per Sanremo giovani: sto giocando il mio biglietto della lotteria)