/SCUSI, SONO QUELLA SFIGATA /

… che ha 500 tipi diversi di intolleranze e allergie, mi dispiace farle spulciare il menù, ma devo controllare tutti gli ingredienti…
La stessa storia ogni volta che devo ordinare al ristorante: sono la “poveretta” che impiega un quarto d’ora, 15 camerieri, 29 eyeroll dei miei compagni di tavolo e 92 frecciatine.
Fra glutine, lattosio, lieviti, ecc, non so più dove girarmi per mangiare (e a me PIACE MANGIARE! CAPITO!?!).
E non chiedetemi se sono andata a fare le analisi che le ho fatte tutte, anche quelle non scientifiche.
Il sangue, le patch, le punture, gli spilli, le calamite, l’omeopatia, i pesetti, i fiori di bach, la maga, i massaggi, le sedute psicoterapiche che coinvolgono l’albero genealogico, l’elettrodo. Mi manca il santone indiano e le ho fatte tutte. Nada. Scoperto niente.
E allora che si fa? Si impara a destreggiarsi per apprezzare qualche prelibatezza a casa.
Io ve lo dico: faccio un tiramisù delattosato – deglutinizzato – dezuccherato che Biasetto levati.
Vi darei la ricetta ma non vorrei passare per quella che vuole provare anche Masterchef.
Ah volete sapere che ci metto dentro oltre all’aria?
Voi ridete, ma sappiate che si può fare tutto senza incorrere in choc anafilattico e senza che sappia da paglia unta.
La ricetta è:
– 5 uova
– savoiardi (senza glutine)
– cacao fondente in polvere
– 4 cucchiai di MyDietor Cuor di Stevia Sfuso (LANDING PAGE) (dolcificante di origine naturale a zero calorie, senza glutine, dal gusto gradevole e delicato)
– caffè (magari deca, a seconda di quante fette volete scofanarvi)
– 500 gr di mascarpone delattosato (è buono uguale, ve lo garantisco).
Dunque, facile facile: sbattete i tuorli con il Dietor Cuor di Stevia Sfuso, unite il mascarpone finché il composto non diventa gallino chiaro. A parte montate gli albumi a neve, che unite poi, mescolando dal basso all’alto con un cucchiaio di legno, al composto uova-zucchero-mascarpone. In una teglia disponete savoiardi inzuppati nel caffè, poi crema, poi savoiardi, crema, e così via, ovviamente ed obbligatoriamente fino al limite della teglia (che se non fate una tegliona strapiena, che gusto c’è?). In frigo per qualche ora, se lo fate il giorno prima di consumarlo ancora meglio così i savoiardi si impregnano.
Prima di servirlo lo coprite con il cacao.
Questa è la foto del “prima”. La foto del dopo non esiste perchè è stato finito in un tempo inferiore alla chiusura dell’otturatore della macchinetta.
#VociRubateAMasterchef #Tiramisù #TiramisuIlMoraleDaAllergica #MyDietor #Dietor #DietorCuorDiStevia #DolceStarBene

PS se vi capita di ascoltare uno dei miei ordini e vi stufate, vi consiglio questo video per rilassarvi ed entrare nel giusto mood:

https://www.youtube.com/watch?v=TTg5csWkCw0&feature=youtu.be

Buzzoole