Ci sono talmente tante cose da raccontare riguardo questa esperienza che non so proprio da dove cominciare. Quindi partirò dalle cose pratiche: come si svolge una giornata tipo di un trekker che decide di affrontare la pazzia del percorso verso il campo base dell’Everest.

Dunque eccola, molto schematicamente:
6.45: sveglia, igiene e sistemazione valigia, che prende più tempo (e affanno) di quanto immaginiate
7.30: colazione (abbondante e meglio se proteine + carboidrati: pronti per la fatica quotidiana)
8.30: partenza per il trekking, con pause fisiologiche personali per sgranocchiare, bere, ecc.
12.30: circa ci fermiamo per il pranzo. Pausa piuttosto lunga perché le cucine nepalesi sono abbastanza lente, di solito almeno 1,5 h di pranzo. Male, perché ci spezza il ritmo, però per fortuna si mangia molto bene!
14.00 circa: ripresa trekking
16.30 circa: arrivo a destinazione
17.00: sistemazione nelle camere, piccolo riposo, igiene personale. Purtroppo più si sale, meno possibilità c’è di lavarsi seriamente causa freddo (vero), docce esterne e acqua calda contingentata.
18.30/19.00 cena
22.00 nanne

Mediamente camminiamo 10 km al giorno, in salita la velocità media è di 2-3 km/h ma più si sale di altitudine più si rallenta. Verso campo base il record di velocità è stato 1 km ogni 43 minuti…

Oggi abbiamo cominciato la discesa.
Se avete domande o curiosità scrivetemi nei commenti o su info@abaofficial.com!